Home > Monte Bocco e Cima Canuti

Monte Bocco e Cima Canuti

by REDclimber
9 minuti di lettura
Monte Bocco

Giro ad anello in alta Val Cedra nell’Appennino Parmense. Da Prato Spilla si seguono le piste fino ad arrivare sul crinale nei pressi del Monte Uomo Morto (1773 m). Il percorso prosegue seguendo il sentiero 00 di crinale con una serie di sali scendi che permettono di salire altre quattro cime: il Monte Bocco (1791 m), Cima Pitturina (1740 m), Cima Canuti est (1737 m) e Cima Canuti (1743 m). L’escursione non presenta difficoltà, solo un breve tratto con facili roccette tra il Monte Bocco e la Cima Pitturina.

MONTE BOCCO E CIMA CANUTI

Il crinale: Cima Pitturina, Cima Canuti e Monte Malpasso da Foce Banciola

 

Data uscita 11 luglio 2013
Itinerario giro ad anello in alta Val Cedra con salita Monte Bocco e Cima Canuti
Zona Montuosa Appennino Settentrionale
Compagni Paola Rossetti
Località di Partenza Prato Spilla (PR)
Tempo e distanza 3 h
Quota partenza e arrivo 1320 m – 1791 m
Dislivello 600 m
Difficoltà globale E+
Difficoltà tecnica Brevi roccette lungo il crinale
Segnavia Sentiero CAI 705  – pista – 00 – 703
Punti d’appoggio Albergo/bar alla partenza
Acqua no
Libro di vetta no
Cartografia Le valli del Cedra e del Parma – Parco dei 100 laghi 1:25000
Bibliografia GMI – Appennino Ligure e Tosco-Emiliano pag. 294
Giudizio 3.5/5
Consigliata si.

INDICAZIONI STRADALI

Da Parma si segue la SP 6 per Langhirano, a Pastorello si prosegue in direzione Prato Spilla/Monchio delle Corti. Dopo qualche chilometro dall’abitato di Selvanizza si volta a sinistra in direzione Rigoso/Valcieca su SP 68; si raggiunge Rigoso e si prende a destra in direzione di Monchio delle Corti. Si segue la strada, e dopo aver scollinato si volta a sinistra seguendo le indicazioni per Prato Spilla. Si segue la stradina per alcuni chilometri fino ad arrivare al parcheggio della stazione sciistica dove si lascia la macchina.

 

RELAZIONE

Dal parcheggio della stazione sciistica di Prato Spilla (1320 m) si segue la pista a destra della seggiovia. Si sale fino ad incrociare il bivio con il sentiero 703 per il Lago Palo (0.10 h). Si prosegue seguendo la pista tenendo la destra alla biforcazione, con un tornante si supera un tratto ripido e si arriva ad un successivo bivio con indicazioni delle piste (0.25 h – Sciovia Biancani, Pista Biancani/Torricella e Seggiovia Prato Spilla). Si tiene la sinistra in salita fino ad un pianoro. Qui si sale prima verso destra, quindi puntando direttamente al crinale lungo una “carrareccia”. Si arriva ad un ulteriore bivio nei pressi dell’arrivo della seggiovia Biancani (0.45 h). Si tiene la sinistra sempre in salita fino ad arrivare sul crinale (1 h). Salendo ancora pochi metri (imboccando il sentiero 00 di crinale a sinistra) si arriva alla vetta del Monte Uomo Morto (1773 m – 1.05 h). Dalla cima si scende per poi risalire verso la cima del Monte Bocco (1791 m – 1.10 h), il punto più elevato dell’escursione. Si scende fino a Foce Banciola (1676 m – 1.20 h) dove si torna a salire, sempre su sentiero 00 di crinale. Si supera qualche tratto più esposto e qualche facile roccetta fino alla Cima Pitturina (1740 m – 1.30 h). Si prosegue lungo il bel tratto di crinale salendo prima Cima Canuti Es (1737 m – 1.50 h) e poi la principale Cima Canuti (1743 m – 2 h). Si scende fino alla sella che separa Cima Canuti dal Monte Malpasso, si abbandona il sentiero di crinale per imboccare a sinistra il sentiero 703 per il Lago Palo e Prato Spilla. Percorrendo il sentiero prima a mezzacosta poi in discesa si arriva a una sella (2.15 h), dove si imbocca a sinistra il sentiero verso il Lago Palo. Si scende nel ripido canalino, poi si entra nel bosco e si raggiunge il Lago Palo (2.30 h). Si costeggia il lago e si prosegue lungo il sentiero nel bosco fino a raggiungere la pista che si segue in discesa fino al parcheggio (3 h).

OSSERVAZIONI

Bel giro ad anello che permette di salire cinque vette tutte oltre i 1700 m e percorrere un panoramico tratto di crinale. Si consiglia di proseguire lungo il crinale dopo Cima Canuti e salire anche il Monte Malpasso, quindi rientrare a Prato Spilla passando per il Lago Scuro e il Lago Squincio per il sentiero 703 (noi siamo scesi direttamente per pioggia).

 

La pista di Prato Spilla

Il Monte Torricella a destra e gli impianti di Prato Spilla

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

REDclimber.it è un angolo digitale dove raccontiamo le nostre salite con relazioni, immagini e storie di montagna dalle cime di casa, l’Appennino Settentrionale, ai giganti delle Alpi.

ULTIME SALITE

©2024 REDclimber. Designed by Mountain Communication SRL P. IVA 02938160344
Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?