Via Camurri Campioli: un V+ ‘tosto’ al Gendarme della Nuda

Home > Arrampicata > Arrampicata Appennino Tosco-Emiliano > Via Camurri Campioli: un V+ ‘tosto’ al Gendarme della Nuda

commenti

commenti

Logicità della linea

8

Ingaggio della salita

8

Bellezza dell'ambiente

9

Qualità della roccia

6.5

Eleganza dell'arrampicata

8

Breve ma intensa

Il Gendarme della Nuda è un caratteristico torrione roccioso che si staglia dal crinale tra La Nuda e lo Scalocchio nell’Appennino Settentrionale. La via più facile di salita è la normale per la cresta Est attrezzata con cavetto metallico che aiuta a superare qualche passo di II°. Riporto l’interessante descrizione che Ginetto Montipò e Carlo Possa fanno del Gendame nel 1972 su un articolo del “Cusna”, la rivista del CAI di Reggio Emilia (dicembre 1972 – Anno XXII – N° 4 – Pagina 3).

Chi cercasse di individuare sulla cartina topografica dell’IGM, il “Gendarme” rimarrebbe certamente deluso. …. Quest’ultima elevazione rocciosa per le sue caratteristiche di enorme monolite, è entrata nell’uso comune degli appassionati della montagna sotto il nome di “Gendarme della Nuda” (m 1880) e l’insenatura che lo divide dallo Scalocchio, difendendone la propria spiccata individualità, è stata chiamata, per maggior chiarezza, “Colle del Gendarme” (m 1830 circa). Il Gendarme è un enorme torrione quadrangolare di macigno, la conformazione del quale è molto simile a quella granitica. Enormi blocchi sovrapposti, lisce placche, si alternano a teorie di diedri e fessure che offrono numerose possibilità di eleganti arrampicate. L’ambiente pur non essendo eccessivamente distante dagli impianti di risalita di Cerreto Lago è isolato e severo, ma l’asprezza delle rocce e dell’erba magra, si attenua con la dolce visione di tutto il Golfo di La Spezia. E poi cosa c’è di meglio di godersi il tramonto sul lago dall’alto delle crode? Insomma è un’ambiente veramente incantevole e solitario che merita di essere frequentato.

La via Camurri Campioli sale direttamente la Parete Ovest per un bel sistema di diedri di buona roccia. La via è breve ma oppone una serie di passaggi impegnativi (max V+). La chiodatura è buona a chiodi, utile una scelta di friend e qualche chiodo.

Prima salita: L. Camurri e F. Campioli il 12 novembre 1972.

GENDARME DELLA NUDA (1874 m) - VIA CAMURRI CAMPIOLI

Esposizione
Avvicinamento
2.15 h (600 m D+)
Discesa
a piedi (1.30 h, 600 m D-)
Tempo totale
4.45 h (1 h la via)
Dislivello
600 m ( 50 m la via)
Sviluppo
50 m
Attrezzatura consigliata
Serie di friend (da 0.3 – 2 BD), Martello, 10 rinvii
Salita il
26 Luglio 2013
26 Maggio 2024
Itinerario
Via Camurri Campioli
Tipologia itinerario
Quota di partenza e arrivo
1260 m – 1872 m
Tipologia arrampicata
Difficoltà globale
D+
V+ sostenuto
Chiodatura
R2
Chiodi sui tiri e alle soste (da controllare)
Frequentazione
Periodo consigliato

Entra nella cordata REDclimber

INDICAZIONI STRADALI

Raggiunto il Passo del Cerreto che separa le province di Reggio Emilia e Massa Carrara, si prende in direzione Cerreto Laghi, dopo 900 m si lascia la macchina nei pressi di un tornante, di fronte all’Albergo Belvedere (chiuso).

AVVICINAMENTO

Lasciata l’auto nel parcheggio del Ristorante/Albergo Belvedere, si prende la strada seguendo le indicazioni CAI per il sentiero 00 e il Monte La Nuda. Si superano alcune costruzioni, fino ad imboccare al termine della strada il sentiero che sale dolcemente nel bosco. Si ignorano tutti i bivi e si prosegue sul sentiero 00 fino ai pressi del Bivacco Rosario (0.50 h), che si può raggiungere con una breve deviazione.

Abbandonare il sentiero e puntare direttamente al colle tra il Gendarme e lo Scalocchio, salendo a intuito per pietraie e passando vicino allo sperone chiamato Sentinella del Gendarme fino al Colletto Ovest del Gendarme. Il colletto si può raggiungere anche proseguendo sul sentiero 00 fino al crinale, dove si segue la cresta a destra fino al Colletto Est del Gendarme, da dove ci si abbassa sotto la nord del Gendarme (corde fisse), per poi risalire al Colletto Ovest (più lungo ma interamente su sentiero, consigliabile in discesa).

Arrivati al colletto, si vede bene la linea di diedri seguita dalla via circa 10 metri a destra del filo dello spigolo (dove sale la via Pincelli alla ovest). Scendere una decina di metri nel canale erboso lato Lunigiana dunque portarsi all’attacco, sotto un vago diedro inclinato.

SALITA

1° tiro: si sale per placchette appoggiate (II+) fino alla seconda cengia, quindi si segue il diedro leggermente strapiombante (tecnico ed esposto – V+). Si esce con un passo delicato (V+), sosta su un piccolo terrazzino con erba (3/4 chiodi – 30 m). La sosta, alla base del tetto, è su un solo chiodo, conviene integrare con un ulteriore chiodo corto.

2° tiro: si supera direttamente lo strapiombante diedro (fisico – V+ – 4 chiodi), poi più facile su roccia lavorata (IV). Si supera una vecchia sosta su 2 chiodi e cordone e si prosegue per placca a destra di alcune lame (passodi V-, chiodo alla sommità della placca). Si traversa quindi leggermente a sinistra e si sale con facile arrampicata fino alla sosta (III). La sosta è in comune con la via Pincelli alla Ovest.

DISCESA

Per la via normale (cresta Est) lungo un tratto attrezzato con corda e cavetto (passi di II°) fino al Colletto Est. Da qui seguendo il crinale ci si riporta brevemente al colle sotto la Nuda, dove seguendo a sinistra lo 00 si torna al Bivacco Rosario, quindi alla partenza (1.30 h).

Ci si può anche calare lungo la via con una doppia da 55 m.

osservazioni

Bella via, breve ma su difficoltà sostenute. Può essere consigliabile allungare un po’ il primo tiro superando anche il tetto e sostare più comodamente su due chiodi (+fessure) prima della lama sporgente.

NEI DINTORNI: BERE, MANGIARE, DORMIRE

Bar al Passo del Cerreto (meglio quello lato sud, verso l’Alpe di Succiso).

INFO UTILI, METEO, BIBLIOGRAFIA

Punti d'appoggio
Bibliografia

Condividi la relazione con il tuo compagno di cordata.

Condividi la relazione con
il tuo compagno di cordata.

ALTRE SALITE IN ZONA

Scritto da

altre salite simili

commenti

    Nome

    Email

    Oggetto

    Messaggio

    REDclimber.it è un angolo digitale dove raccontiamo le nostre salite con relazioni, immagini e storie di montagna dalle cime di casa, l’Appennino Settentrionale, ai giganti delle Alpi.

    ULTIME SALITE

    ©2024 REDclimber. Designed by Mountain Communication SRL P. IVA 02938160344

    Diventa un friend!

    entra nella cordata REDclimber

    Ti piacciono i contenuti di REDclimber, supporta il progetto.

    Grazie al vostro sostegno REDclimber potrà crescere e migliorare. 

    REDfriend #0.5

    FREE
    • Newsletter
    • Relazioni pDF
    • Tracce GPX

    REDfriend #1

    29
    90
    • Newsletter
    • Relazioni PDF
    • Tracce GPX
    • Maglietta Tecnica REDclimber
    • 15% sconto sul REDshop

    REDfriend #2

    49
    90
    • Newsletter
    • Relazioni PDF
    • Tracce GPX
    • Maglietta Tecnica REDclimber
    • 15% sconto sul REDshop
    • Spedizione Gratuita REDshop