Gendarme della Nuda, spigolo sud ovest con attacco diretto

Home > Arrampicata > Arrampicata Appennino Tosco-Emiliano > Gendarme della Nuda, spigolo sud ovest con attacco diretto
Logicità della linea

8.5

Ingaggio della salita

8.5

Bellezza dell'ambiente

9

Qualità della roccia

6

Eleganza dell'arrampicata

7.5

La via alpinistica più bella del crinale Tosco-Emiliano!

Se c’è un luogo che ha tutte le caratteristiche per tenere lontano l’arrampicatore contemporaneo, questo è il Gendarme della Nuda. Approccio in auto tortuoso (70 km di curve che si salga da Parma o da Reggio, ma anche da Aulla si difende…); avvicinamento a piedi di due ore piene, un po’ su sentieri un po’ su pietraie e canaloni; roccia mediocre, soggetta a crolli stagionali; posizione esposta al vento, con frequenti nuvole basse formate dall’umidità che sale dal mare;  chiodi vecchi, in qualche caso un po’ ballerini per le fessure che tendono a muoversi con l’alternarsi delle stagioni; e per finire, pochissime informazioni sugli autori e la difficoltà delle salite.

Eppure venire ad arrampicare sul Gendarme è come un viaggio indietro nel tempo, e regala un ingaggio e una serie di sensazioni che non si provano più in altri luoghi dell’Appennino – ad esempio l’alta val Parma, dove tutte le vie (comprese le classiche) sono state richiodate a spit. Naturalmente qui è richiesta un po’ di attenzione in più, siccome gli itinerari sono pochissimo ripetuti e bisogna controllare quasi tutte le prese che passano sotto le mani! La salita dello spigolo SW con attacco diretto e salita della “Fessura a Y” è l’itinerario più lungo e remunerativo del Gendarme, e si può abbinare ad altre vie.

Prima salita: Parte alta dello spigolo: O. Pincelli, C. Voltolini e vari compagni, 12 settembre 1954; varianti basse: S. L. Borghesi e compagni, anni 80 

GENDARME DELLA NUDA (1874 m) - SPIGOLO SW INTEGRALE

Gendarme della Nuda - Spigolo SW integrale
Il Gendarme della Nuda e il suo spigolo sud ovest
INFO TECNICHE
Itinerario
Via Spigolo sud ovest integrale
Gruppo Montuoso
Cima/ZonaSettoreParete sud ovest
Tempo
6 h (2.15 h la via)
Sviluppo
140 m
Avvicinamento
2 h (600 m D+, 60 D-)
Discesa
a piedi (1.30 h, 600 m D-)
Difficoltà D+V+
Spesso IV, passi fino al V+
ChiodaturaR2
Qualche chiodo sui tiri, soste attrezzate (da controllare)
RocciaArenaria – MacignoTipologia arrampicata
EsposizioneFrequentazioneMolto bassa
Attrezzatura consigliata
Serie di friend (da 0.3 – 2 BD)
Martello
8 rinvii
Mezze Corde da 60 m
Chiodi per le emergenze
Periodo consigliato
Salita in data
31/12/2021
Ripetizioni
26/05/2024
Cordata REDclimber

INDICAZIONI STRADALI

Raggiunto il Passo del Cerreto che separa le province di Reggio Emilia e Massa Carrara, si prende in direzione Cerreto Laghi, dopo 900 m si lascia la macchina nei pressi di un tornante, di fronte all’Albergo Belvedere (chiuso).

AVVICINAMENTO

Lasciata l’auto nel parcheggio del Ristorante/Albergo Belvedere, si prende la strada seguendo le indicazioni CAI per il sentiero 00 e il Monte La Nuda. Si superano alcune costruzioni, fino ad imboccare al termine della strada il sentiero che sale dolcemente nel bosco. Si ignorano tutti i bivi e si prosegue sul sentiero 00 fino ai pressi del Bivacco Rosario (0.50 h), che si può raggiungere con una breve deviazione.

Abbandonare il sentiero e puntare direttamente al colle tra il Gendarme e lo Scalocchio, salendo a intuito per pietraie e passando vicino allo sperone chiamato Sentinella del Gendarme fino al Colletto Ovest del Gendarme. Il colletto si può raggiungere anche proseguendo sul sentiero 00 fino al crinale, dove si segue la cresta a destra fino al Colletto Est del Gendarme, da dove ci si abbassa sotto la nord del Gendarme (corde fisse), per poi risalire al Colletto Ovest (più lungo ma interamente su sentiero, consigliabile in discesa).

Dal Colletto Ovest del Gendarme si scende lato mare per il canalone più a destra, spostandosi poi a sinistra sotto la parete (puntare a una targhetta commemorativa). Superare un saltino (II) e portarsi alla base della parete sud ovest del Gendarme: la via sale lo spigolo a sinistra. Salire per erba ripida fino a uno spiazzo sotto una placca liscia con chiodo (2 h). La via attacca pochi metri più a sinistra, seguendo lo spigolo fessurato (nel diedro strapiombante più a sinistra ci sono altri vecchi chiodi).

SALITA

1° tiro: affrontare le belle fessure sul filo (da proteggere, V, passo V+) e uscire su una placca più compatta. Superare a destra un passo più liscio (V, attenzione, scaglia instabile) dunque continuare per fessure superficiali con bell’arrampicata (V, chiodo). Aggirare ancora da destra (V) un ultimo passaggio liscio e sostare sul terrazzino soprastante su 2 chiodi, 1 nuovo lasciato (25 m, 1 chiodo).

2° tiro: salire qualche metro a destra della sosta, poi riportarsi oltre lo spigolo a sinistra sulla verticale della sosta (V-, delicato). Puntare a una grossa fessura che si supera prestando attenzione alla roccia (V), dunque per breve crestina orizzontale un po’ rotta fino a un colletto sul filo dello spigolo dove si sosta su chiodo + vecchia piastrina (20 m).

3° tiro: continuare sullo spigolo fessurato puntando alla bella fessura a forma di Y sul filo (IV+). Superarla con passaggio di incastro (V+, chiodo), uscendo a sinistra e fare sosta poco dopo su chiodo + piastrina (20 m, 1 chiodo). Se si affronta direttamente la fessura le difficoltà sono superiori (VI).

4° tiro: dritti sul filo (IV, 2 chiodi) fino a una cengetta dove eventualmente si può abbandonare la via (qui attacca lo spigolo originale); continuare verso sinistra con percorso logico sul filo (III) fino a una seconda cengia dove si sosta su chiodo + boccola (30 m, 2 chiodi).

5° tiro: appena a sinistra del filo con bella arrampicata sulle fessure (IV+, 2 chiodi) dunque traversare a sinistra superando due soste intermedie e puntando a un diedro tra massi franati. Superarlo con attenzione (IV+, friend incastrato) e raggiungere facilmente fino alla vetta dove si sosta su 2 spit (45 m).

DISCESA

Per la via normale (cresta Est) lungo un tratto attrezzato con corda e cavetto (passi di II°) fino al Colletto Est. Da qui seguendo il crinale ci si riporta brevemente al colle sotto la Nuda, dove seguendo a sinistra lo 00 si torna al Bivacco Rosario, quindi alla partenza (1.30 h).

Se si vuole ripassare dal colletto ovest, per fare un’altra via o per rientrare dallo stesso percorso dell’andata, sulla roccia dietro all’asta della bandiera si trova una nuova sosta a fix da cui ci si cala per 55 metri lungo la parete ovest, seguendo il tracciato della via Camurri Campioli, che deposita poco sotto al colletto. Eventualmente ci si può calare anche dalla via Pincelli alla ovest, che scende poco più a nord (lato Bivacco Rosario) ed è leggermente più breve (50 metri circa).

osservazioni

Avevamo già salito la stessa via con Orazio il giorno 31 dicembre 2021, trovando molto caldo per il periodo. Tornare è stato molto piacevole, non sembrava crollato quasi nulla! Sul secondo tiro abbiamo disgaggiato un masso un po’ pericoloso che incombeva proprio sulla prima sosta (alla quale abbiamo aggiunto e lasciato un chiodo). Arrivati in vetta ci siamo calati sulla via Camurri Campioli (quasi 60 m) e poi la abbiamo risalita, trovandola più sostenuta nelle difficoltà.

In avvicinamento abbiamo seguito una traccia alternativa, partendo dalla Casa Cantoniera poco sotto al Passo del Cerreto (versante toscano): abbiamo salito il bosco a intuito fino a sbucare sui pratoni della Tesa, dove ci siamo congiunti col sentiero 94 che sale da Casa Giannino. Lo abbiamo percorso aggirando da sud la Cresta dello Scalocchio, per poi arrivare comunque in cima salendo i pratoni (il sentiero in realtà traversa ma è quasi scomparso)

NEI DINTORNI: BERE, MANGIARE, DORMIRE

Ci siamo fermati a mangiare un po’ di salume e gnocco fritto al bar Alpino al passo del Cerreto (quello lato Cerreto Laghi), accogliente ma un po’ caro.
INFO UTILI
Bibliografia
Previsioni MeteoReggioEmiliaMeteoMeteo Lamma Toscana
Gendarme della Nuda - Spigolo SW integrale
1° tiro
Gendarme della Nuda - Spigolo SW integrale
2° tiro
Gendarme della Nuda - Spigolo SW integrale
4° tiro
Gendarme della Nuda - Spigolo SW integrale
La calata dalla parete ovest
Gendarme della Nuda - Spigolo SW integrale
In vetta al Gendarme

Condividi la relazione con il tuo compagno di cordata.

ALTRE SALITE IN ZONA

Scritto da

altre salite simili

commenti

    Nome

    Email

    Oggetto

    Messaggio

    REDclimber.it è un angolo digitale dove raccontiamo le nostre salite con relazioni, immagini e storie di montagna dalle cime di casa, l’Appennino Settentrionale, ai giganti delle Alpi.

    ULTIME SALITE

    ©2024 REDclimber. Designed by Mountain Communication SRL P. IVA 02938160344
    Are you sure want to unlock this post?
    Unlock left : 0
    Are you sure want to cancel subscription?