Vent’anni di sfiga al Pinnacolo di Maslana. Una via dal sapore occidentale nel cuore delle Orobie

Home > Arrampicata > Arrampicata Alpi Orobie > Vent’anni di sfiga al Pinnacolo di Maslana. Una via dal sapore occidentale nel cuore delle Orobie

commenti

commenti

Logicità della linea

9.5

Ingaggio della salita

9

Bellezza dell'ambiente

8.5

Qualità della roccia

6

Eleganza dell'arrampicata

8

Un angolo di arrampicata occidentale in Orobie

Il Pinnacolo di Maslana si trova in alta Val Seriana, alle pendici del Pizzo Coca: è formato da verrucano lombardo, una roccia che ricorda il granito, anche se di qualità inferiore. Sulle sue pareti sono presenti diverse vie a spit sulle placche compatte, mentre le classiche seguono le fessure. Vent’anni di sfiga fa parte di queste ultime, e a livello di gradi è la via più accessibile del Pinnacolo, collegando i punti deboli della sua parete meridionale con una logica ineccepibile. La scalata è atletica nelle fessure, tecnica nei due traversi, rude a incastro nei camini finali; in genere sulle fessure ci si riesce a proteggere bene con friend e dadi, eventualmente azzerandoci, ma non nel camino dell’ottavo tiro che richiede un discreto impegno psicologico per i lunghi tratti sprotetti. Le soste sono buone ma talvolta da rinforzare. Una via per amanti del genere, che saprà regalare sensazioni squisitamente occidentali sia per il tipo di arrampicata sia per il paesaggio!

Prima salita: A. Gogna, A. Savonitto, G. Rosti, C. Persico, 16 maggio 1982

PINNACOLO DI MASLANA (1857 m) - VIA VENT'ANNI DI SFIGA

Pinnacolo di Maslana - Via Vent'anni di sfiga
Pinnacolo di Maslana - Via Vent'anni di sfiga

Esposizione
Avvicinamento
1.45 h, 680 m D+
Discesa
2.15 h (1.15 h le doppie + 1 h a piedi)
Tempo totale
8.30 h (4.30 h la via)
Dislivello
900 m (220 m la via)
Sviluppo
300 m
Attrezzatura consigliata
Normale da arrampicata, Serie di friend (da 0.3 – 2 BD), Friend 3 BD, Friend 4 BD, Serie di dadi, Qualche chiodo per le emergenze, Martello, 10 rinvii
Salita il
8 Luglio 2023
Cordata REDclimber
Itinerario
Via Vent’anni di sfiga
Tipologia itinerario
Quota di partenza e arrivo
950 m – 1857 m
Difficoltà globale
TD
Tratti continui di VI, passi di VI+ e VII-
Difficoltà tecnica
Chiodatura
R3
Soste con chiodi e/o spit molto vecchi, qualche chiodo in via
Roccia
Frequentazione
Periodo consigliato

Entra nella cordata REDclimber

INDICAZIONI STRADALI

Risalire tutta la val Seriana fino a Valbondione; superare il centro del paese ignorando la strada che sale verso il Lago di Barbellino ma seguendo le indicazioni per Maslana e le cascate del Serio. Poco prima del bar ‘I Cascade’ scendere a sinistra lungo strada Pianlivere e parcheggiare al termine della discesa. Questo è il punto più comodo da cui partire ma si può lasciare l’auto anche prima lungo la strada negli spiazzi con cartello. I parcheggi sono tutti a pagamento, munirsi prima di contrassegno da esporre in auto nei bar del paese (5 euro al giorno), non ci sono macchinette una volta arrivati.

AVVICINAMENTO

Seguire il sentiero Cai per Maslana che supera il torrente e poi sale nel bosco. Arrivati al caratteristico borgo, dove ci sono due fontane, il Pinnacolo è già ben visibile. Continuare sul sentiero Cai che piega a mezzacosta a destra, e appena supera un canale (cartello) abbandonarlo per una traccia segnata con bolli rossi che sale a sinistra prima per prati e poi nella faggeta. Si arriva a un pilone della linea elettrica, e poco dopo si prende un’altra traccia a sinistra (ometto) che sale ripidamente fino a un grande traliccio della teleferica. Qui si prende una traccia a sinistra (lasciato ometto) che subito traversa nel bosco poi sale con ripidi tornanti nei prati puntando alle pareti del Pinnacolo. Nell’ultima parte si traversa a sinistra superando un canale (cavi di ferro) poi si risale per un boschetto fino alla base della parete dove attacca la via New Age, targhetta (1.45 h).

SALITA

1° tiro: la via originale sale per rampe erbose a destra (II, III) ma era davvero poco invitante per la vegetazione rigogliosa; abbiamo così seguito il primo tiro di New Age. Superato un primo muretto tecnico (5b, 2 spit) si continua per placche più appoggiate fino alla sosta con catena dove si biforcano la via New Age a sinistra e Vento Beffardo a destra (20 m, 5b poi III, 3 spit).

2° tiro: salire i primi metri di Vento Beffardo poi spostarsi a destra puntando a un diedro in parte erboso che sale dritto verso l’evidente tetto ad arco. Attenzione ad alcuni massi instabili in uscita dal diedro. Sosta (fittone + chiodo) su comoda piazzola erbosa sotto il grande tetto (40 m, p. 5a poi III e IV, 1 spit di Vento Beffardo).

3° tiro: salire su roccia da controllare fino all’inizio del tetto (V, 2 o 3  vecchi chiodi) dunque cominciare a traversare a destra in piena placca (V expo). Tornare a riprendere la fessura alla base del tetto e continuare a traversare con passaggi più atletici (V+/VI) che permettono di uscire sulla placca di destra, dove si sosta scomodamente su fittone e chiodo (40 m, 3 chiodi).

4° tiro: dritti sopra la sosta per belle fessure (V+), attenzione alla roccia nella seconda, più verticale (VI-, chiodo). Puntare allo spettacolare camino di cui si seguono i primi metri (V, chiodo) fino alla sosta su spit e chiodo (25 m, 2 chiodi).

5° tiro: nel camino prosegue la via Ultimo shampoo del Generale Cluster, Vent’anni di Sfiga invece traversa a sinistra faccia a monte. Da un primo chiodo vicino alla sosta si traversa delicatamente (V+) fino a un secondo chiodo mezzo fuori, dove invece si scende seguendo una fessura (V) fino alla base di un vago diedrone. Qui si risale una divertente sequenza di lame (VI-, p. VI) fino alla sosta alla base di un diedro più verticale (25 m, 2 chiodi).

6° tiro: salire la bellissima e dura fessura (VI continuo, p. VI+, 1 chiodo e un dado incastrato), fino a quando è possibile uscirne a sinistra doppiando lo spigolo; rocce via via più facili conducono a una vaga rampa erbosa che si segue fino alla sosta (2 fittoni) in comune con Vento Beffardo (30 m,1 chiodo e 1 nut incastrato).

7° tiro: la via originale segue il diedro erboso a sinistra, ma è più consigliabile salire le belle placche lavorate alla sua destra (V). Puntare all’evidentissima fessura tendente a sinistra che con un paio di salti un po’ disturbati dall’erba (V) conduce a una comoda piazzola prima di allargarsi in camino. Sosta da attrezzare su massi incastrati (35 m, 1 chiodo).

8° tiro: salire interamente lo spettacolare camino, con arrampicata prevalentemente a incastro di corpo. I primi metri sono sprotetti, poi si trova uno spit sulla placca di sinistra (di Vento Beffardo), uno sulla faccia destra del camino e poco dopo un chiodo molto interno. Si prosegue dunque per un lungo tratto improteggibile superando la prima strozzatura, dopo la quale si può piazzare un buon friend piccolo a destra; poi altro lungo viaggio fino a un vecchio spit a destra. Un’ultima ostica strozzatura poi il camino si appoggia ed esce su un’ampio spiazzo erboso sotto lo strapiombo finale. Sosta da attrezzare su massi incastrati (50 m, V continuo, pp V+/ VI, 3 spit, 1 chiodo)

9° tiro: la via sale fessura a destra del tetto: per raggiungerla bisogna superare un breve e strettissimo camino a tunnel da cui si esce faticosamente a sinistra (VI, chiodo); salire dunque la bella fessura tendente a destra sotto il tetto (VI continuo, 1 chiodo e vecchi cordini su masso incastrato), e uscire con passaggio atletico (VII-) sulla parete di sinistra. Salire dunque per diedro (IV) fino alla cresta di cui si segue la parte finale (III) fino alla sosta (di Vento Beffardo) poco sotto alla Madonnina di vetta (40m, 2 chiodi e un masso incastrato con cordini, 1 spit di Vento Beffardo nella parte finale).

DISCESA

Conviene effettuare un brevissimo tiro (III) per andare a prendere la sosta finale di New Age che si trova appena dietro la Madonnina (avvolta da cordini e volendo utilizzabile come protezione!), da dove ci si cala con 5 doppie:

1° doppia: 30 m sulla parete sottostante seguendo gli spit della via (c’è anche una sosta intermedia dopo 10 m).
2° doppia: 50 metri tendente a sinistra faccia a valle, puntare a un pinnacolo isolato, la sosta è poco sopra all’intaglio tra questo e la parete principale.
3° doppia: 50 metri  lasciandosi il pinnacolo a destra faccia a valle; noi per evitare possibili incastri sull’intaglio, abbiamo dimezzato la calata recuperando le corde da una sosta con catena leggermente spostata a sinistra, 15 metri circa sotto quella di partenza.
4° doppia: 30 metri sulle placche appoggiate.
5° doppia: 60 metri sempre sulle placche fino alla base della parete, poco lontani dall’attacco (dimezzandola, si arriva proprio all’attacco).

Dall’attacco si rientra alla partenza seguendo il medesimo percorso dell’avvicinamento (1 h).

osservazioni

Partiti un po’ tardi perché sapevamo che la notte avrebbe piovuto, arriviamo verso le 9 a Valbondione dove ancora sta scendendo qualche goccia: nonostante questo la via era quasi tutta asciutta. Il tempo è migliorato rapidamente, diventando fin troppo caldo, ma per fortuna un po’ di innocue nuvole di passaggio ci hanno evitato di cuocere. La traccia di avvicinamento era molto disturbata dall’erba alta, e arrivati al traliccio della teleferica non abbiamo visto che andava a sinistra e abbiamo un po’ ravanato nel bosco, ritrovandoci poi più alti rispetto alla base della parete… abbiamo risolto l’imprevisto traversando sull’erba bagnata fino all’attacco della via. A noi è molto piaciuta e merita senz’altro un viaggio da lontano, anche solo per l’ambiente magnifico; c’è forse qualche infrastruttura un po’ invasiva legata alla diga del Barbellino, ma guardandosi attorno e sotto, la sensazione è di essere su una montagna ben più alta.

NEI DINTORNI: BERE, MANGIARE, DORMIRE

Consigliamo il bar del Centro sportivo Rodigari in località Dossi, un paio di km prima di Valbondione lungo la strada.

INFO UTILI, METEO, BIBLIOGRAFIA

Previsioni meteo
Punti d'appoggio
Pinnacolo di Maslana - Vent'anni di sfiga
3° tiro
Pinnacolo di Maslana - Vent'anni di sfiga
Inizio del 7° tiro
Pinnacolo di Maslana - Vent'anni di sfiga
8° tiro
Pinnacolo di Maslana - Vent'anni di sfiga
9° tiro
Pinnacolo di Maslana - Vent'anni di sfiga
Brevissimo tiro per arrivare alla Madonnina
Pinnacolo di Maslana - Vent'anni di sfiga
Il pinnacolo visto da est

Condividi la relazione con il tuo compagno di cordata.

Condividi la relazione con
il tuo compagno di cordata.

ALTRE SALITE IN ZONA

Scritto da

altre salite simili

commenti

    Nome

    Email

    Oggetto

    Messaggio

    REDclimber.it è un angolo digitale dove raccontiamo le nostre salite con relazioni, immagini e storie di montagna dalle cime di casa, l’Appennino Settentrionale, ai giganti delle Alpi.

    ULTIME SALITE

    ©2024 REDclimber. Designed by Mountain Communication SRL P. IVA 02938160344

    Ti piacciono i contenuti di REDclimber, supporta il progetto.

    Grazie al vostro sostegno REDclimber potrà crescere e migliorare. 

    entra nella cordata REDclimber

    Diventa un friend !!